Via Savagnone, 9, 90146 Palermo

Il servizio di Citoistopatologia

L'anatomia patologica o citoistopatologia, è una branca specialistica della medicina che studia le malattie attraverso un esame microscopico e macroscopico di organi, tessuti e cellule e la cui analisi permette di differenziare tessuti sani e patologici. La citoistopatologia permette di effettuare una diagnosi su tessuti e cellule prelevate da pazienti in cui si sospetta una malattia e svolge un ruolo fondamentale in ambito clinico, per pianificare terapie o eventuali operazioni chirurgiche. Inoltre durante un intervento chirurgico ogni organo e tessuto prelevato, viene sottoposto ad esame anatomopatologico. Nel nostro laboratorio viene eseguita la quasi totalità dei campi applicativi cui si rivolge la diagnostica istologica e citologica:

  • L'esame citologico: è lo studio morfologico di cellule prelevate mediante tecniche di spatolamento (Pap test), agoaspirazione (agoaspirato mammario), lavaggio (Lavaggio Bronco Alveolare) o naturalmente esfoliate da organi o tessuti del nostro organismo (citologico urinario). Le cellule prelevate vengono fissate su un vetrino e successivamente colorate per renderle visibili al microscopio. La citologia può essere di screening, se viene eseguita su persone apparentemente sane al fine di prevenire la comparsa di una malattia (Pap test) oppure può essere diagnostica, se si sospetta una malattia. La citologia rispetto alla biopsia è caratterizzata da una minore invasività, quindi migliore tollerabilità per il paziente.
  • Biopsia: atto medico che consiste nella rimozione di un campione di tessuto da un distretto corporeo di un paziente, in cui si sospetta una malattia. Lo scopo finale della biopsia è una diagnosi anatomopatologica, che può indirizzare lo specialista che la richiede, verso una terapia medica o chirurgica. Il campione prelevato viene sottoposto ad un sistema di processazione che porta alla formazione di un incluso in paraffina dal quale vengono ricavate sezioni sottili di tessuto. Queste vengono poi sottoposte a colorazione, montaggio e la diagnosi viene posta mediante osservazione al microscopio.
  • Esame istologico intraoperatorio estemporaneo: è un esame che viene effettuato dal patologo durante un intervento chirurgico, su un campione a fresco, che viene sottoposto ad un congelamento rapido. Questa metodica viene effettuata al fine di chiarire la natura della patologia e orientare il chirurgo sul prosecuzione dell'intervento e sulle scelte da adottare.
  • Indagini biomolecolari: le tecniche di patologia molecolare consistono nell’applicazione della biologia molecolare a fini diagnostici e sono spesso caratterizzate da una altissima sensibilità e specificità. L'analisi molecolare può permettere un più facile riconoscimento e una caratterizzazione della neoplasia.